Vernice al Quarzo, tutti i segreti per tinteggiare la tua abitazione.

Condividi

Imbiancare periodicamente la propria abitazione è indispensabile per mantenerla sempre fresca, luminosa e pulita. Infatti, la pittura riveste diverse funzioni: esalta gli spazi e l’arredamento, favorisce il benessere attraverso la cromoterapia e igienizza le pareti sporche. Oggi in commercio esistono tante diverse tipologie di vernice che, oltre a rinnovare l’estetica dell’ambiente domestico, contribuiscono a migliorare la qualità dell’aria e le condizioni delle pareti. La pittura al quarzo possiede molte caratteristiche vantaggiose, che la rendono molto facile da usare in ambienti differenti. In questo articolo, spiegheremo cos’è la vernice al quarzo e come utilizzarla.

Le caratteristiche e i vantaggi della vernice al quarzo

La vernice al quarzo è una pittura composta al suo interno da microgranuli di quarzo, resine sintetiche e acqua. Si tratta di una vernice molto semplice da stendere sia nelle pareti interne sia nelle pareti esterne, grazie alla sua elevata resistenza agli agenti atmosferici e alle sollecitazioni ambientali. É disponibile in una grande varietà di colorazioni, altamente pigmentate, e ideali per verniciare differenti ambienti, come le pareti di casa o dell’ufficio. La pittura al quarzo si ancora all’intonaco dei muri con facilità, creando uno strato di colore omogeneo e resistente. Per questo motivo, è adatta anche per muri che presentano imperfezioni, per donargli compattezza e levigatezza. La presenza del quarzo, consente alla vernice di non essere attaccata da agenti nocivi, come batteri e muffe. Infatti, questi microrganismi tendono a proliferare all’interno di ambienti umidi, come la cucina e il bagno e risultano dannosi per la salute. Utilizzare una pittura adeguata, consente di prevenirne l’insorgenza e preservare l’aria di casa. Infine, si tratta di un prodotto idrorepellente e traspirante, semplice da lavare e resistente a differenti temperature.

I vantaggi della pittura al quarzo

Negli ultimi anni, l’utilizzo della vernice al quarzo si è largamente diffuso, grazie ai numerosi vantaggi offerti. Ecco i principali:

– Resiste alla muffa: questo tipo di pittura impedisce la formazione di muffa e la proliferazione di agenti batterici, microorganismi presenti nelle zone umide della casa. Ciò garantisce pareti sempre pulite e sicure;

– Facile da applicare: la vernice al quarzo possiede una consistenza liquida e cremosa, molto semplice da stendere, anche su pareti imperfette. Inoltre, non necessita dell’uso di primer, per ancorarsi ai muri;

– Tante colorazioni disponibili: nei negozi specializzati si possono trovare pitture al quarzo in tante varianti di colore, per adattarsi ad ogni stile di arredamento e dare libero sfogo alla fantasia;

– Pittura lavabile: si tratta di un prodotto facile da pulire e, per questo, indicato nelle abitazioni dove sono presenti bambini e animali, spesso responsabili di macchie e irregolarità sulle pareti;

– Proprietà idrorepellenti: il quarzo conferisce alla vernice una buona resistenza agli agenti atmosferici e agli sbalzi di temperatura. Per questo motivo, può essere impiegata anche per imbiancare i muri esterni;

– Resistente nel tempo: questa vernice si fissa efficacemente al muro, creando uno strato di colore sottile e resistente sull’intonaco, capace di resistere a ogni tipo di aggressione. Ciò consente alla pittura di durare molto a lungo nel tempo, senza bisogno di essere ritoccata;

– Costo economico: si tratta di un prodotto con un ottimo rapporto qualità prezzo poiché offre buone prestazioni, ad un costo molto contenuto, rispetto ad altre tecnologie in commercio. Per questa ragione, è indicato per l’imbiancatura, non solo di piccole superfici, ma anche di ambienti molto ampi;

– Facile reperibilità: le pitture al quarzo si trovano facilmente in tutti i negozi specializzati nella vendita di vernici e prodotti per il fai da te. Sono disponibili in differenti formati, in base alle proprie necessità.

L’elevata resistenza della vernice al quarzo, tuttavia, potrebbe creare difficoltà al momento di rimuoverla e richiedere un intervento professionale, per la sua sostituzione.

Inoltre, un ulteriore svantaggio, riguarda la sua potenziale vulnerabilità alla formazione di condense, in ambienti eccessivamente umidi. Nonostante questi piccoli difetti, la vernice al quarzo rimane un valido alleato per migliorare l’aspetto della casa, ottenendo elevate prestazioni, risparmiando.

Dove applicare la vernice al quarzo

La pittura al quarzo è un prodotto versatile, di facile uso, anche per chi non ha molta dimestichezza con il fai da te. Trattandosi di una vernice con caratteristiche idrorepellenti e antimuffa, è indicata soprattutto nei luoghi umidi della casa, come il bagno e la cucina, spesso soggetti a proliferazioni batteriche. Infatti, i fumi rilasciati dalla cottura e la frequente fuoriuscita d’acqua, rende le pareti di questi ambienti esposti alla formazioni di muffe, pericolose per le vie respiratorie. La vernice al quarzo è molto resistente, per questo motivo è il rivestimento ideale per muri difficili da trattare ed esposti all’azione degli agenti atmosferici. Può essere applicata efficacemente nelle facciate esterne delle abitazioni e nelle pareti che tendono a scrostarsi e a mantenersi umide. Si può usare anche per decorare terrazzi e balconi, offrendo un’elevata resistenza negli anni, senza bisogno di particolare manutenzione. Infine, la pittura al quarzo è indicata per le camerette dei bambini poiché può essere facilmente ripulita da sporco e macchie, semplicemente utilizzando un panno inumidito. In questo modo, è possibile posticipare nel tempo un nuovo intervento di riverniciatura.

Come usare la vernice al quarzo

Imbiancare una casa, utilizzando la vernice al quarzo, non comporta particolari difficoltà ed è una procedura che può essere realizzata anche dai principianti del fai da te. Tuttavia, esistono dei trucchetti, per rendere la stesura più omogenea a duratura e non rischiare di commettere errori. Per prima cosa, è necessario munirsi di attrezzatura professionale per la verniciatura. La vernice al quarzo può essere stesa sia con l’uso del rullo sia con i pennelli, a seconda della grandezza della superficie da trattare. Eventuali residui rilasciati sul pavimento, durante la pittura, possono essere rimossi facilmente con sostanze acide specifiche. Per quanto riguarda la quantità di vernice da acquistare, dipende dal numero di metri quadri da imbiancare. In genere, è necessario acquistare un litro di prodotto ogni 6 mq circa.

Preparare adeguatamente i muri è fondamentale per un’ottima resa della vernice. Rimuovere le tracce di pitture precedenti, strofinando della carta vetrata sulle pareti. Inoltre, utilizzare dello stucco sulle zone danneggiate, per ripristinarne la compattezza. Per favorire l’aderenza della pittura al quarzo, è possibile pretrattare le pareti con un primer isolante e aumentarne la porosità. La vernice va diluita utilizzando il 30% di acqua. Aiutandosi con un bastone in legno, mescolarla fino a completo assorbimento del liquido. Procedere stendendo uno strato sottile di pittura sul muro e attendere almeno 10 ore, tra una mano e l’altra di prodotto. In genere, per ottenere un buon effetto coprente, sono sufficienti un paio di mani di vernice.

Sono il figlio del primo imbianchino 2.0 in Italia: ovviamente ho dato una mano 🙂

Il successo di mio padre nasce anche grazie alla mia esperienza di lavoro come specialista di web marketing: dopo aver seguito numerosi progetti on-line nel settore e aver studiato da autodidatta, ho deciso nel gennaio 2012 di aprire un blog: mulfarimbianchino.com.

Questo blog conta ora più di 120.000 visite da tutto il mondo e un eccellente conversione in termini di clienti acquisiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *