Devi ripristinare una persiana in legno? Leggi qui!

I serramenti in legno sono infissi molto utilizzati all’interno delle abitazioni storiche. Grazie alla loro estetica elegante e vistosa e alla elevata resistenza alle intemperie, queste persiane possono rimanere integre a lungo e conferire valore all’abitazione. Tuttavia, possiedono un unico difetto, col tempo tendono a deteriorarsi e possono essere aggredite dai tarli. Fortunatamente, è possibile ovviare a questo problema, adottando delle procedure periodiche di manutenzione. Così facendo, gli infissi in legno si mantengono come nuovi, anche dopo molti anni dal loro montaggio. Esistono differenti tipologie di infissi: le persiane e le scuri. Le prime hanno origini arabe e venivano utilizzate nelle finestre, per bloccare i raggi del sole diretti e garantire, ugualmente, una buona illuminazione e la giusta ventilazione della stanza. Per quanto riguarda lo scuro, detto anche antone, ha origini europee e aveva lo scopo di impedire il passaggio dell’aria fredda dall’esterno all’interno e, allo stesso tempo, impedire la dispersione del calore in casa. La tipologia di persiana più comune è quella con le lamelle orientabili che possono direzionare luce e aria nel luogo desiderato. In questo articolo, spiegheremo come ripristinare una persiana in legno, in poche semplici mosse.

Come ristrutturare una persiana in legno

Per ristrutturare una persiana in legno è necessario smontarla e poggiarla su una base abbastanza alta, come ad esempio dei cavalletti, per poterci lavorare in comodità. Inoltre, rivestire il pavimento con dei fogli di giornale o degli stracci inutilizzati, in questo modo non rischierà di sporcarsi e macchiarsi irrimediabilmente.

Per prima cosa, sarà necessario rimuovere la vernice già presente sulla persiana, utilizzando della carta vetrata con grana a 240. Nei casi in cui la vernice risulti particolarmente difficoltosa da eliminare, usare una grana a 150. Strofinarla lunga tutta la superficie smaltata, prestando attenzione a non rovinare il legno sottostante. Procedere fino a completa rimozione della vernice. Una strategia alternativa, consiste nel bruciare con un cannello a gas lo strato di colore vecchio e toglierlo delicatamente con una spatola. Una volta che la superficie in legno sarà nuovamente visibile, ripulirla a fondo per eliminare tutti i residui di polvere. Per farlo, si può usare un aspirapolvere portatile e un panno in microfibra inumidito. In seguito, sarà necessario eliminarne le imperfezioni dalla persiana, levigando la superficie con della cementite specifica per il legno. Questo prodotto può essere applicato con un pennello a setole morbide, lungo tutta la persiana. Una volta che la cementite si sarà asciugata, si può passare alla verniciatura. Ci sono diverse tecniche per ridipingere una persiana, la più veloce consiste nell’usare l’erogatore di vernice a spruzzo, in grado di vaporizzare uno strato sottile di prodotto su tutta la superficie, in pochi minuti. In alternativa, si può usare un comune pennello da pittura.

Il colore utilizzato può essere quello originalmente presente nella persiana oppure uno differente, a seconda dei propri gusti. Una volta che la vernice si sarà completamente asciugata, procedere con la stesura di due mani di vernice protettiva trasparente. Questa procedura consentirà alla pittura di resistere più a lungo alle aggressioni esterne e mantenersi perfettamente intatta nel tempo. Il processo di ripristino ha una durata relativamente breve. In genere, sono necessari un paio di giorni, affinché la persiana risulti completamente asciutta e pronta per essere nuovamente montata. Per questo motivo, si consiglia di effettuare questa procedura, durante i mesi primaverili, in modo che il calore possa favorire un rapido ancoraggio e una veloce e profonda asciugatura delle vernici. I prodotti per ripristinare una persiana in legno possono essere acquistati nei comuni negozi di ferramenta oppure nei grandi magazzini specializzati in prodotti per il fai da te.

Si consiglia di scegliere delle vernici di buona qualità, in modo da ottenere una performance professionale, durante la procedura di ristrutturazione. Vernici economiche di scarsa qualità potrebbero risultare poco coprenti e poco durevoli.

Tuttavia, non tutti i serramenti possono essere ripristinati. Quelli che presentano zone marce particolarmente estese, non posso essere ripristinati e, per questo, richiedono la sostituzione dell’intero infisso. La manutenzione delle persiane in legno va effettuata ogni due anni. In questo modo, si mantengono sempre belle e intatte. Per quanto riguarda il costo della ristrutturazione degli infissi in legno, può variare in base alla gravità della situazione e alla complessità delle procedure di ripristino da mettere in atto. Se non si ha molta dimestichezza con il fai da te, si può richiedere l’intervento di una ditta specializzata che, in seguito ad un sopralluogo gratuito, effettuerà un’analisi della fattibilità del lavoro e un preventivo.

Ristrutturare i serramenti antichi in legno

Chi possiede in casa dei serramenti antichi in legno non può rinunciare a ristrutturarli periodicamente, al fine di mantenere il loro fascino originale. Se la patina sopra la superficie della persiana antica appare molto rovinata, si può ripristinare con una procedura di decapaggio. Essa serve ad eliminare le tracce di sporco e la vernice, senza la necessità di intervenire direttamente sulla superficie con prodotti abrasivi, potenzialmente dannosi. Una volta eliminata la finitura vecchia, il legno appare nudo e pronto per un nuovo trattamento. Se si desidera mantenere a vista la superficie grezza, si può usare una finitura in gommalacca e cera d’api che protegge il legno e gli dona brillantezza. In alternativa, la persiana può essere trattata con delle vernici a base d’acqua, specifiche per il legno antico o procedere con una lucidatura a tampone. Qualunque sia la tecnica scelta, precedentemente, applicare sempre un primer con caratteristiche antitarlo, così da non rischiare di trovare la persiana danneggiata tra un processo di manutenzione e l’altro.

Sono il figlio del primo imbianchino 2.0 in Italia: ovviamente ho dato una mano 🙂

Il successo di mio padre nasce anche grazie alla mia esperienza di lavoro come specialista di web marketing: dopo aver seguito numerosi progetti on-line nel settore e aver studiato da autodidatta, ho deciso nel gennaio 2012 di aprire un blog: mulfarimbianchino.com.

Questo blog conta ora più di 120.000 visite da tutto il mondo e un eccellente conversione in termini di clienti acquisiti.