Perchè rifare il tetto di casa?

Il tetto è il principale responsabile della sicurezza di un’abitazione. Offre una completa protezione dalle intemperie e dagli sbalzi di temperatura. Inoltre, attutisce i rumori provenienti dall’ambiente esterno. Tutte queste funzionalità, contribuiscono a rendere confortevole la propria casa. Tuttavia, possono venire meno se il tetto è danneggiato, mettendo a repentaglio il benessere dell’intera struttura. Per questo motivo, è fondamentale operare degli interventi di manutenzione periodici sul tetto, in modo da tenerne sotto controllo lo stato di salute. In questo articolo, illustreremo perché rifare il tetto di casa è importante e quando è necessario intervenire.

Cinque buone ragioni per rifare il tetto

Un tetto danneggiato può arrecare molti danni alla casa. Infatti, una copertura lesionata può provocare: erosioni, formazioni di muffa, infiltrazioni piovane, dispersioni termiche e, nei casi molto gravi, persino crolli e cedimenti strutturali. Tutto ciò può mettere a repentaglio la salute di chi abita in casa e peggiorare la qualità della vita. Mantenere un tetto in perfette condizioni, invece, assicura elevate prestazioni di sicurezza e comfort, anche per molti anni. Ecco alcune buone ragioni per rifare il tetto di casa:

– Risparmio energetico: il rifacimento del tetto comporta un miglioramento dell’isolamento acustico e una minore dispersione termica dell’abitazione. Ciò favorisce un minore ricorso a condizionatori e riscaldamenti, ottenendo una diminuzione sui consumi e un basso impatto ambientale;

– Protezione dalle infiltrazioni d’acqua: le lesioni sul tetto possono generare infiltrazioni durante la stagione invernale, causando macchie di muffa e umidità in casa. Un tetto nuovo impedisce che ciò avvenga, proteggendo l’integrità degli interni ed eliminando l’acqua in eccesso;

– Maggiore sicurezza: la stabilità del tetto è un elemento importantissimo per mantenere sicura e stabile una casa. Esso permette all’abitazione di mantenersi strutturalmente integra e protetta negli anni, senza rischiare di andare incontro a crolli pericolosi;

– Incremento del valore dell’abitazione: chi desidera vendere il proprio immobile, può adottare un prezzo di vendita maggiore nel caso in cui abbia recentemente ristrutturato il tetto. Questo tipo di intervento, infatti, rappresenta un’importante miglioria dell’abitazione che ne incrementa il valore complessivo, soprattutto nel caso in cui siano state implementate tecnologie moderne;

– Maggiore comfort in casa: il rifacimento del tetto è fondamentale per mantenere la giusta temperatura in casa. Infatti, garantisce la giusta protezione dal calore in estate e dal freddo in inverno. Inoltre, la copertura offre un buon isolamento dai rumori esterni che possono danneggiare la qualità del sonno e la vita domestica.

Rifare il tetto: l’iter legislativo da seguire

La ristrutturazione del tetto è un intervento complesso che richiede l’esecuzione di un iter specifico per essere realizzato. La Legge, infatti, stabilisce che il lavoro deve essere eseguito da una ditta specializzata, in grado di rilasciare un’adeguata certificazione sulle caratteristiche dell’intervento effettuato. Secondo il comma 1 dell’articolo 3 del Testo Unico sull’Edilizia, se la ristrutturazione del tetto prevede l’uso di materiali già esistenti, questa rientra nei lavori di manutenzione ordinaria; al contrario, se è necessario implementare materiali e tecnologie ex novo, l’intervento è da intendersi come straordinario. In quest’ultimo caso è necessario chiedere uno speciale permesso alla DIA, ovvero l’organo statale di Denuncia di Inizio Attività che fornisce l’autorizzazione per iniziare i lavori. In particolare, è obbligatorio presentare tale documento nei seguenti casi:

– Ripristino di intonaci e tinteggiature esterne, con colorazioni differenti da quelle già esistenti;

– Ristrutturazione totale del tetto a spiovente;

– Rifacimento di cornicioni e tegole;

– Interventi sulle fondamenta dell’immobile;

Interventi sulle parti strutturali di un edificio.

Quando rifare il tetto

Il tetto è una delle componenti fondamentali di un edificio e la sua stabilità ed integrità contribuiscono a renderlo sicuro e confortevole. Nel tempo, il tetto può deteriorarsi e danneggiarsi, venendo meno alla sua funzione di protezione. Affinché una copertura sia considerata sicura, è necessario che possieda i seguenti requisiti:

– Impermeabilità all’acqua: un tetto integro e funzionale risulta completamente impermeabile all’azione degli agenti atmosferici, come la pioggia, la neve e il ghiaccio. Inoltre, favorisce il corretto smaltimento dell’acqua, impedendogli di penetrare nelle fessure e generare umidità;

– Isolamento acustico: quando il tetto è in buono stato, impedisce il passaggio dei rumori molesti, come ad esempio quelli provenienti dai veicoli aerei e dai temporali. Inoltre, nelle palazzine, attutisce i suoni provenienti da un appartamento all’altro;

– Stabilità strutturale: una copertura efficiente assicura una buona stabilità strutturale dell’edificio e resiste alle dilatazioni e vibrazioni, causate dagli sbalzi termici e geologici;

– Azione antigelo: se realizzato correttamente e con materiali all’avanguardia, il tetto è in grado di resistere alle gelate, senza danneggiarsi;

– Resistenza alle aggressioni: una copertura adeguata deve essere progettata per resistere a differenti tipologie di aggressioni esterne, dovute a motivi naturali o artificiali. Solo così può garantire la giusta protezione in casa;

– Resistenza alla corrosione: alcuni fenomeni elettrochimici possono tendere a corrodere il tetto. Per questo motivo, è importante assicurarsi che la propria copertura sia capace di resistere a situazioni.

Quando viene meno anche solo una di queste funzioni, vuol dire che il tetto è danneggiato ed è necessario operare degli interventi di manutenzione. Agire tempestivamente, consente di eseguire lavori più rapidi e meno complessi, in modo da risparmiare tempo e denaro prezioso. Per conoscere lo stato del proprio tetto, è possibile chiedere un sopralluogo ad una ditta specializzata che, attraverso un’analisi approfondita, stabilità quali interventi è consigliabile eseguire.

Quanto costa rifare il tetto

Rifare un tetto comporta un costo che può andare da alcune centinaia di euro, fino ad arrivare anche a cifre molto alte. Infatti, l’entità dell’intervento dipende da molteplici fattori: l’ampiezza della superficie da trattare, la complessità delle problematiche insorte, le caratteristiche strutturali del tetto, l’anno di costruzione e il tipo di lavoro svolto dalla ditta che dovrà eseguire la ristrutturazione. Inoltre, un altro elemento che può far lievitare il costo della riparazione, riguarda la qualità dei materiali che si decide di utilizzare e i marchi acquistati. Ancora, questo tipo di interventi, spesso richiede l’utilizzo di tecnologie e strumenti specifici, come macchinari e ponteggi, che richiedono una spesa supplementare.

In generale, comunque, il prezzo viene calcolato in base al numero di metri quadri dell’abitazione, al quale si aggiungono, poi, il costo della manodopera e dello smaltimento dei materiali provenienti dalla vecchia copertura. Nella maggior parte dei casi, rifare un tetto comporta una spesa onerosa ma inevitabile, per mantenere sicura la propria abitazione. Per l’esecuzione dei lavori è consigliabile affidarsi solo ad aziende serie, operanti nel settore da diverso tempo e con un’esperienza verificabile e dimostrabile. Al contrario, è meglio diffidare dalle ditte che propongono prezzi eccessivamente vantaggiosi e che non forniscono tutte le informazioni necessarie per lo svolgimento del lavoro. Solo così, infatti, si può evitare di andare incontro a spiacevoli conseguenze e ottenere un intervento fatto a regola d’arte.

Sono il figlio del primo imbianchino 2.0 in Italia: ovviamente ho dato una mano 🙂

Il successo di mio padre nasce anche grazie alla mia esperienza di lavoro come specialista di web marketing: dopo aver seguito numerosi progetti on-line nel settore e aver studiato da autodidatta, ho deciso nel gennaio 2012 di aprire un blog: mulfarimbianchino.com.

Questo blog conta ora più di 120.000 visite da tutto il mondo e un eccellente conversione in termini di clienti acquisiti.