Quale colore scegliere per imbiancare le pareti della propria casa?

Condividi
colori pareti casa
Quale colore scegliere per tinteggiare la propria casa?

Scegliere i colori per la propria casa può rivelarsi un’impresa ardua, in quanto per avere un risultato armonico devono essere presi in considerazione diversi fattori, come ad esempio il tipo di arredamento che si ha o che si vuole comprare, lo stile della casa etc.

Esistono due criteri contrapposti per scegliere il colore da dare alle proprie pareti:

Criterio soggettivo: secondo questo criterio bisogna prendere in considerazioni essenzialmente i propri gusti personali e lasciare da parte tutte le possibili influenze esterne (quali i colori di stagione).

Criterio oggettivo: al contrario se si decide di usare questo criterio bisogna prendere in considerazione le esigenze locative dello stabile nonché i colori di tendenza.  Per fare un esempio se un ambiente è collocato a nord bisogna scegliere un colore caldo, in quanto tale esposizione implica una scarsa illuminazione naturale. Inoltre bisognerebbe prendere in considerazione anche l’ampiezza degli spazi, ad esempio se si deve imbiancare uno spazio piccolo è meglio scegliere un colore chiaro in modo da far apparire lo spazio più ampio. I colori scuri dovrebbero essere utilizzati solamente quanto le stanze sono molto vaste e non si teme l’effetto rimpicciolimento.

Essenziale è prendere in considerazione l’uso che se ne vuole fare dell’ambiente da imbiancare e la sua finalità, in quanto bisognerebbe considerare l’influenza che i colori esercitano sullo stato d’animo.

 

Colore bianco

Il bianco è il colore in assoluto più neutro che esista, e questo conferisce luminosità agli spazi, rendendogli anche visivamente più ampi; di conseguenza questo colore è adatto ad ogni tipo di ambiente.

Sono molto utilizzate anche le variazioni del bianco, chiamate bianchi sporchi come ad esempio il bianco crema, miele etc.

Queste variazioni risultano più “calde” e di classe rispetto al tipico bianco, che può risultare un tantino “freddo”.

Colore nero

Questo colore rappresenta l’oscurità e l’assenza di luminosità e per questo non si consiglia di pitturare la casa con questo colore.

Tuttavia il nero può essere utilizzato per una sola parete quando c’è la necessità di avere uno sfondo che faccia risaltare dei singoli dettagli, quali cornici, quadri, elementi d’arredo etc.

Si consiglia di usare questo colore accostato al bianco, viola o rosa, in quanto queste combinazioni garantiscono un effetto elegante e di classe.

Colore grigio

Al contrario del nero, il grigio è molto utilizzato in quanto si accosta facilmente all’arredo moderno ed è sinonimo di classe ed eleganza.

Questo viene spesso accostato a colori vivi quali il bianco, verde, giallo ed arancione.

Colore Giallo

Il giallo è un colore che rappresenta la luminosità e l’eccentricità e può acquisire varianti sia fredde che calde.

Questo colore se usato insieme al grigio, è uno stimolo alla concentrazione ed alla socievolezza, ed può tranquillamente essere usato nell’ambiente studio, cucina e soggiorno.

Colore rosso

Il rosso è un colore caldo ed questo ha un potente effetto sull’umore, in quanto trasmette energia, vivacità e forza, tuttavia è consigliabile usarlo in ambienti di transito, in quanto a lungo andare potrebbe innervosire.

Si consiglia di usare il rosso per dipingere i particolari, in quanto è in grado di farli risaltare.

Colore rosa

Questo colore è usato in prevalenza per dipingere le stanze delle bambine in quanto è il simbolo di un’atmosfera fiabesca, specialmente quando lo si accosta con un arredo o bianco o in legno.

Colore blu

Il blu è il colore in assoluto più rilassante che esista e spesso viene usato per dipingere la camera da letto.

Inoltre il blu, nelle sue tanti varianti, può essere utilizzato per tinteggiare delle pareti che hanno lo scopo di mettere in evidenza degli elementi d’arredo.

Colore verde

Il verde è il colore dell’equilibrio, infatti la sua posizione a metà dello spettro, situato in mezzo tra l’estremità calda e quella fredda, ci fa comprendere la sua funzione di riequilibrare le energie positive con quelle negative.

Sono il figlio del primo imbianchino 2.0 in Italia: ovviamente ho dato una mano 🙂

Il successo di mio padre nasce anche grazie alla mia esperienza di lavoro come specialista di web marketing: dopo aver seguito numerosi progetti on-line nel settore e aver studiato da autodidatta, ho deciso nel gennaio 2012 di aprire un blog: mulfarimbianchino.com.

Questo blog conta ora più di 120.000 visite da tutto il mondo e un eccellente conversione in termini di clienti acquisiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *