Colori per interni: sceglieteli anche in base alla destinazione d’uso delle stanze.

Condividi

ColoriPerInterniMulfarimbianchino

Spesso si sostiene che la cucina sia il cuore della casa: e allora cominciamo proprio da qui per definire quali sono i colori per interni maggiormente adatti a questa stanza.

Se amate i colori accesi potreste pensare al giallo, per vivacizzare; al verde, se volete trasmettere un senso di relax; all’arancione per energizzare; al rosso per trasmettere passione. I colori scuri, come ad esempio il blu, sono consigliati solo nel momento in cui la vostra cucina sia particolarmente spaziosa. Gli azzardi sono concessi a patto che siano ben accostati e supportati da una personalità, la vostra, altrettanto particolare: in tal caso, via al viola abbinato a mobili o accessori rossi.

Se i contrasti non sono il vostro forte i colori per interni adatti a voi potrebbero essere il beige, il bianco, il cipria e i colori pastello che non si abbinano egregiamente solo con le cucine classiche ma anche con quelle moderne. E per un effetto ultra moderno e assai chic, nero per le pareti e bianco laccato per i mobili.

Altrettanto importanti i colori per interni nella zona living: lo spazio della condivisione! In buona parte, la scelta dipende dall’atmosfera che si vuol creare (formale o informale, chic o easy, etc.), dal mobilio e dal pavimento con cui devono armonizzarsi le pareti, dal numero di punti luce presenti e dalla loro disposizione, dall’ampiezza della stanza.

In questo spazio bisogna poi tenere presente un altro fattore: la destinazione d’uso. È infatti possibile che una parte sia adibita a studio o ad angolo lettura: sarà necessario tenere presente questo aspetto per la scelta dei colori per interni (nell’aria studio, ad esempio, sarà bene prediligere colori che inducano alla concentrazione, evitando invece quelli legati al rilassamento, o al contrario quelli che trasmettono un senso di iper eccitazione).

Anche nella zona notte la scelta dei colori per interni va ponderata bene, visto che qui dormiamo, ci ristoriamo, ci ricarichiamo, guariamo quando siamo malati, riflettiamo, ci riproduciamo! Scegliendo i colori di questa parte della nostra abitazione scegliamo, in buona sostanza, l’aspetto del nucleo più intimo di essa. Sono quindi ben accetti il viola chiaro (spiritualità); il blu (tranquillità); il rosa (romanticismo); il grigio e il nero, ma a piccole dosi (eleganza); il verde (fiducia e serenità). Da evitare invece il giallo e il rosso (troppo vibranti e accesi).

Non resta che il bagno, un ambiente delicato, soggetto a sporco e umidità che, soprattutto nelle case moderne, soffre sia per dimensioni che per luminosità (spesso, soprattutto in appartamenti con due bagni, uno è privo di

areazione e illuminazione naturali): in virtù di questo, meglio dosare bene i colori scuri (nero, marrone e verde intenso), prediligendo invece tinte come il giallo chiaro e l’azzurro, che contribuiscono a donare un effetto rilassante.

In bagno, come anche in cucina (data la particolarità di queste zone della casa), non ci si può però limitare alla questione colore: infatti, come vi sentirete spiegare anche nel momento in cui vi verrà presentato un preventivo da un imbianchino, magari trovato dal portale Quotalo.it, sarà opportuno valutare dei prodotti lavabili, impermeabili, e antimuffa o anche delle pitture, da applicare sulle pareti adiacenti ad un camino o ad una cappa.

Sono il figlio del primo imbianchino 2.0 in Italia: ovviamente ho dato una mano 🙂

Il successo di mio padre nasce anche grazie alla mia esperienza di lavoro come specialista di web marketing: dopo aver seguito numerosi progetti on-line nel settore e aver studiato da autodidatta, ho deciso nel gennaio 2012 di aprire un blog: mulfarimbianchino.com.

Questo blog conta ora più di 120.000 visite da tutto il mondo e un eccellente conversione in termini di clienti acquisiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *